Videogirl Ai

Anime

video-girl-ai-1

Den’ei shojo Video Girl Ai

Video Girl AI è forse lo shojo manga per eccellenza, un mix di romanticismo e fantasia che solo pochi manga hanno coniugato così bene. L’autore è Masakazu Katsura che dopo aver fatto un “corto” sulle Video Girl decide di creare una vera e propria storia con protagonista Ai Amano.
La trama racconta di uno studente del liceo, Yota, che è innamorato di una sua coetanea, Moemi, ma per colpa della sua timidezza non riesce a dichiararsi. Questo però non blocca l’amicizia che li lega e un giorno Moemi confida a Yota di essersi innamorata di Takahashi, che non è altro che il miglior amico del nostro sfortunato protagonista. Da buon amico sprona la ragazza a dichiararsi e torna a casa sconsolato e triste, ma nel suo ritornare a casa incrocia un videonoleggio nuovo di zecca. Entra pensando di noleggiare un film, il commesso del locale, il Gokuraku Club, gli regala una tessera omaggio per una videocassetta da noleggiare per tre mesi. Guardando attentamente decide di prendere una vhs dal titolo AI AMANO – IO TI CONSOLERO’. Torna a casa pensando di aver preso un film osè, mette la videocassetta nel videoregistratore, ma per un malfunzionamento del lettore si inceppa tutto. Questo però non ferma la riproduzione della vhs e come per magia esce dal televisore una bellissima ragazza di nome Ai Amano. Lei è una Video Girl che ha il compito di aiutare il ragazzo che ha noleggiato la sua videocassetta, e nel caso di Ai deve consolare il povero Yota. La sua durata di riproduzione è di tre mesi, dopo di che Ai scomparirà per sempre. Tra i due ragazzi inizia una simpatica e avvolgente complicità, infatti si ritrovano a vivere insieme, con Ai che cercherà di aiutare Yota a conquistare la bella Moemi.

Questo è il succo di Video Girl AI, praticamente ho riassunto solo i primi capitoli del primo volumetto manga del Greatest edito da Star Comics. Vi rimando alla mia recensione sul manga che troverete qui.

Tornando all’anime, la versione animata di VGAI raccoglie i primi tre volumi, in tutto sono 6 capitoli OAV assolutamente fedeli al manga sia nella grafica che nei dialoghi. Il disegnatore ovviamente è sempre Masakazu Katsura che regala ai fan di VGAI una chicca da collezione. Però per chi conosce la storia i 6 OAV lasciano l’amaro in bocca perché non si conclude la storia ovviamente. Lascia spiazzati sopratutto chi non conosce VGAI. L’idea originale era però di dare solo un contributo al manga trasportandolo in parte in anime, però rimane comunque un’opera incompleta. Infatti nel sol levante non ha avuto il successo sperato e forse hanno avuto una scusa in più per fermarsi ai primi 6 OAV. Per me la versione animata è solo da collezione per gli amanti di questo manga, se lo si analizza bene quello che personalmente non piace sono i colori, mi sembrano smorti, privi di vivacità e “colore”, ma per il resto niente da eccepire.

P.S. A mio avviso Ai Amano è tra le più belle ragazze di tutti i manga. XP

Revisione della recensione: 03-06-2018.

 

TRAMA: 10 (mai noiosa, incalzante, spiazzante, inimitabile)
PERSONAGGI: 7 (ben caratterizzati, anche se un pò forzati in alcuni atteggiamenti)
DISEGNO: 9 (il tratto inconfondibile di Katsura unico nel genere dei manga)
ANIMAZIONE: 7 (ben fatta nonostante sia realizzato nel 1992)
DURATA: 6 (purtroppo 6 puntate non concludono l’opera originale)
REGIA: 6 (poco da aggiungere, ha preso il manga e trasportato in tutto e per tutto in animazione)
Il webmaster manuenghel © 2006-2018