The Whispering Star

Film

The Whispering Star

HISO HISO BOSHI

Vari si siti di streming stanno regalando un po’ di film giapponesi che normalmente è difficile poter vedere ed è quello che mi è capitato con The Whispering Star, film di Sion Sono in streaming su Prime Video. Questo film non l’avevo mai sentito, ma leggendo la trama sono rimasto decisamente affascinato. La storia parla di Yoko Suzuki, un androide dalle sembianze umane che viaggia per l’universo a recapitare pacchi agli umani. Ormai la razza umana è in via di estinzione, più del 80% della popolazione è composta da robot e il rimanente ormai è sul viale del declino. Yoko non comprende perché i pochi umani rimasti preferiscono far recapitare dei pacchi anziché usare il teletrasporto e così vaga di mondo in mondo a donare un pizzico di felicità a questa razza morente. Stranamente però gli umani non possono udire più di 30 decibel di rumore, con il rischio che se superata la soglia muoiono.

Come ho scritto prima, la trama è molto interessante e così mi sono messo a guardare The Whispering Star con molte aspettative, anche perché è stato realizzato quasi totalmente in bianco e nero. Purtroppo però è subentrato un senso di delusione e noia nel vederlo, perché il film anche come narrazione è assolutamente monocromatico. La storia non si evolve, non si conoscono i personaggi, si vede sempre Yoko che vive nella sua strana astronave vintage, che parla con il robot pilota di bordo e che consegna i pacchi. Cento minuti di film così sono stati decisamente difficili da digerire, nonostante dal trailer si parli di capolavoro visivo. In effetti quello che cerca di tenere alto il profilo del film è la fotografia, ottima, realizzata con ambientazioni post apocalittiche di forte impatto. Il regista Sion Sono ha girato il film nelle zone distrutte di Fukushima, quindi l’ambientazione è di forte impatto, ma finisce qui. La trama non accompagna la fotografia e alla fine ci si trova davanti un “corto” realizzato in maniera lunga. Forse sarebbe stato meglio fare un film di non più trenta minuti, mentre così si finisce per non comprendere la devastazione dell’animo umano dal mondo che lo circonda. Peccato, lo consiglio per chi come me ama il cinema in ogni sua sfaccettatura.

TITOLO ORIGINALE: HISO HISO BOSHI; REGIA: SION SONO; CAST: MEGUMI KAGURAZAKA; DURATA: 100minuti; ANNO: 2015; GENERE: FANTASCIENZA.

La frase…

-Ehi, posso offrirti da bere?

–Quando tornerò qui.

-Si, ma fai presto, prima che muoia.

 

Valutazione

TRAMA: 6,5 (in realtà non c’è una vera storia)

PERSONAGGI: 6 (alla fine c’è sono un personaggio, Suzuki)

RECITAZIONE: 6 (per la trama c’è poca recitazione)

DURATA: 5 (troppo per quel che che si è visto, un “corto” troppo lungo)

REGIA: 6,5 (la fotografia è ottima, che tiene su il film)

MUSICHE: n.p. (inesistenti)

Il webmaster manuenghel © 2020

Ogni immagine e video presenti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. Contattatemi tramite social per una eventuale segnalazione in merito. Each image and video on the site are the property of their respective authors. Contact me via social for a possible report on this.