City Hunter – Amore, destino e una 357 magnum

Anime

City Hunter - Amore, destino e una 357 magnum

SHITI HUNTA: AI TO SHUKUMEI NO MAGUNAMU

Nina Stemberg è una giovane e bellissima pianista di fama mondiale, proveniente dalla Galliera dell’est, che arriva in Giappone per fare un concerto. Segretamente Nina vorrebbe trovare il padre scomparso che abbandonò lei e sua madre tanti anni fa e su consiglio di un amica, Maki, Nina ingaggia Ryo e Kaory per ritrovare il padre scomparso. Purtroppo la giovane pianista si ritrova involontariamente in mezzo ad un caso di spionaggio internazionale tra la Galliera dell’est e la Galliera dell’ovest che da anni si stuzzicano quasi fino ad arrivare ad una guerra; in più Nina chiedendo aiuto a Ryo si ritroverà sempre dietro il nostro detective pronto a tutto per….. sedurla!!!!! Ovviamente sotto le spoglie di donnaiolo Ryo terrà d’occhio Nina e cercherà di scoprire chi vuole uccidere il manager della ragazza e sopratutto scoprire chi è il padre. Tra sparatorie, martelli da 100 tonnellate, spogliarelli finiti male, Ryo dovrà vedersela con due nazioni belligeranti pronte a tutto per combattersi l’una contro l’altra.

E dopo almeno due anni che avevo il dvd sono riuscito a vedere il primo dei tre film dedicati a City Hunter, alias Ryo Saeba. Mi ricordo che la serie animata la vedevo su un’emittente televisiva alla sera prima di cena tanti, ma tanti anni fa e mi piacque subito per il protagonista, freddo e spietato nei momenti giusti, ma perennemente alla ricerca di donne che accettino le sue avance, ovviamente senza il minimo successo. Questo film, classica puntatona lunga, è realizzato molto bene nonostante l’età, visto che è stato realizzato nel 1989. Le sequenze animate sono ben fatte, il doppiaggio in italiano è fedele alla vecchia serie animata, l’umorismo strappa qualche risata. Questo film è dedicato a tutti gli amanti di City Hunter, ma per chi invece non piacciono i polizieschi tinti di giallo con venature comiche non consiglio la visione di questo film, anche se però secondo me si perde un personaggio iconico dell’animazione, ormai entrato nella storia. Personalmente questo film mi è piaciuto molto, nonostante gli anni sulle spalle, un tuffo nel passato per un anime che mai perderà la sua forza.

TITOLO ORIGINALE: SHITI HUNTA: AI TO SHUKUMEI NO MAGUNAMU; REGIA: KENJI KODAMA; DURATA: 87MINUTI; ANNO: 1989; GENERE: ANIMAZIONE.

Revisione della recensione: 12-07-2020.

Valutazione

TRAMA: 7 (c’è l’allusione alla Germania dell’est e dell’ovest, già visto)

PERSONAGGI: 7 (a parte Kaori, piccola parte, ci sono tutti i personaggi della serie, fedeli agli orginiali)

DISEGNO: 7 (meglio della serie animata, am datato)

ANIMAZIONE: 7 (ben realizzata, con qualche “scatto”)

DURATA: 7,5 (giusti, se durava ancora di più scatta la noia per la trama “già vista”)

REGIA: 7 (buone le sequenze delle sparatorie)

Il webmaster manuenghel © 2009-2020

 

Ogni immagine e video presenti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. Contattatemi tramite social per una eventuale segnalazione in merito. Each image and video on the site are the property of their respective authors. Contact me via social for a possible report on this.