Home / Anime / Viaggio verso Agartha
viaggio-verso-agartha

Viaggio verso Agartha

E dopo tante ricerche, attese e speranze ho finalmente acquistato ad un prezzo ragionevole questo lungometraggio animato del maestro Makoto Shinkai, autore del famoso “5 centimetri per secondo”. Le aspettative erano tante, l’incipit del dvd era intrigante, non vedevamo l’ora di poterlo vedere a casa. E poi è successo che tutto si è infranto contro un film che mi ha deluso su alcuni punti. Peccato dover iniziare una recensione con la parola “deluso”, questo perché normalmente i film d’animazione di questo genere mi piacciono sempre, ma questa volta purtroppo no. La prima cosa che mi ha fatto storcere il naso è stato il doppiaggio italiano. Secondo me alcuni personaggi maschili come alcuni personaggi femminili hanno lo stesso doppiatore, ovviamente maschile e femminile. Questo ha portato ad una distorsione delle voci dei personaggi, rendendoli “stupidi”, da film per bambini. Il personaggio principale,anche se è una bambina, ha una voce molto stridula, quasi fastidiosa e assolutamente poco credibile nelle vicissitudini che gli capitano. E qui già il film non mi è piaciuto, ovviamente parlo con tutto il rispetto possibile a chi ha lavorato al doppiaggio, non voglio assolutamente criticare il lavoro altrui, sto soltanto dando una mia opinione ad un film visto e dire la mia opinione, assolutamente personale e non offensiva. La trama invece che lì per lì mi aveva intrigato purtroppo si districa in modo molto confusionario, sembra che mancano dei pezzi, tutte le vicende che susseguono, e sono tante, non hanno una vera connessione tra loro, sembra che ci sia una forzatura nel collegare gli avvenimenti. Poi siccome la storia è piena di personaggi, questi risultano poco rappresentati, in pratica esistono troppi punti non approfonditi, magari un film del genere andava fatto a puntate, così da far capire meglio cos’è Agartha, chi sono i personaggi che vogliono entrare in questa specie di Atlantide e sopratutto perché ci sono alcuni personaggi che appaiono e poi spariscono senza una vera connessione alla storia. Mi è sembrato di avvertire un piccolo senso di copiatura di altri anime e film d’animazione del genere, siamo lontani anni luce dall’originalità ed intensità del capolavoro di “5 centimetri per secondo”. La realizzazione grafica però è eccezionale, praticamente perfetta, come al solito Makoto Shinkai è un genio nella realizzazione dei suoi film. Spettacolari i panorami, i cieli stellati, sono un’apoteosi di colori che deliziano gli occhi.

Ma dopo tutto questo non ho ancora parlato della trama. La storia parla di Asuna, che ricevuto in dono dal padre una pietra misteriosa, va tutti i giorni su un ciglio di una montagna ad ascoltare della musica grazie proprio a quella pietra. Scopre che quell’oggetto è un Gladis, una specie di chiave che ti fa entrare nel mondo segreto di Agartha, dove gli abitanti conoscono l’arte della resurrezione. Asuna involontariamente si trova coinvolta in una caccia al portale di entrata e dovrà rischiare la propria vita per salvare se stessa e le persone che gli stanno vicino, compreso un misterioso professore che vuole riportare in vita la sua defunta moglie. Guardiani, piccoli animali, gene sospetta, un vortice di avventure in mondo incantato, questo e moltro altro è il viaggio di Asuna in Agartha.

Come notiamo la trama è interessante, sembra quasi una ricerca di Atlantide e dei suoi misteri, si parla molto di vita e di morte in questo film, effettivamente c’è molta poesia tra le righe che in parte salvano ai miei occhi il film. Quindi alla fine ci sono aspetti che ho trovato molto belli che rivaleggiano su quelli negativi, quindi come sempre consiglio di vederlo e perché no, scrivere nei commenti qui a Projectmanu, così da discuterne insieme e magari aiutarmi a capire meglio questo lungometraggio che comunque non “boccio” a priori.

Titolo originale: Hoshi wo Ou Kodomo; Regia: Makoto Shinaki; Anno: 2011; Durata: 116 minuti; Musiche: Tenmon.

viaggio-verso-agartha-2 viaggio-verso-agartha-3

viaggio-verso-agartha-4 viaggio-verso-agartha-5

Guarda anche

si-sente-il-mare

Si sente il mare

Lo Studio Ghibli è una officina di talenti che grazie a Miyazaki-san e Takahata-san mettono …