Memorie di un assassino

Memorie di un assassino

SAR-IN-UI CHU-EOK

Memorie di un Assassino è quel film trovato per caso in streaming e che mi ha sorpreso e appassionato, come il regista sud coreano Bong Joon-Ho sa fare.

Trama

In una tranquilla cittadina di campagna, vengono trovati i corpi brutalmente uccisi di due giovani donne e la polizia è impreparata e priva delle risorse necessarie per affrontare un crimine così efferato. L’investigatore Park Du-man prende in mano le redini dell’indagine insieme al suo collega Cho Yong-gu e affidandosi al proprio istinto e a suoi metodi di interrogatorio violenti, Park concentra le sue attenzioni su un giovane con problemi mentali che sembra avere un legame con una delle vittime. Attraverso un’interrogatorio coercitivo, Park riesce a ottenere una confessione, ma l’investigatore Seo Tae-yun, un esperto profiler arrivato per sua iniziativa per collaborare alle indagini, non è convinto della sua colpevolezza. Seo, con il suo metodo razionale, individua degli elementi comuni tra i delitti che portano a sospettare l’esistenza di un serial killer e infatti con questa mentalità Seo riesce a ritrovare il corpo di una terza vittima, una ragazza scomparsa di cui tutti pensavano si fosse semplicemente trasferita a Seul. Mentre la pressione mediatica e l’ansia della comunità aumentano, Seo e Park dovranno lavorare insieme e contro il tempo per fermare il killer prima che colpisca di nuovo.

Impressioni

Appassionante, questa è la prima parola che mi viene in mente nel dare la mia prima impressione su questo bellissimo film. Memorie di un Assassino è un film avvincente e coinvolgente che offre uno sguardo penetrante sulla mente di un serial killer e sulle dinamiche complesse degli investigatori che cercano di fermarlo. Diretto con maestria da Bong Joon-ho, conosciuto successivamente con il capolavoro Parasite, il film si basa su un caso di omicidio realmente accaduto in Corea del Sud, aggiungendo un elemento di realismo e tensione alla trama. Il personaggio di Park, interpretato in modo magistrale da Song Kang-Ho, è un uomo complicato e ambiguo, che pur desiderando giustizia per le vittime, utilizza metodi violenti e discutibili per ottenere le confessioni dei sospettati. La sua rivalità con l’investigatore di Seoul Seo, aggiunge un ulteriore livello di tensione alla storia, evidenziando le differenze di approccio e di personalità tra i due uomini. Seo è un investigatore metodico e determinato che non trascura alcun dettaglio e si affida alla logica e alla deduzione per risolvere il caso. La sua rivalità con Park si trasforma lentamente in un rispetto reciproco, poiché entrambi si rendono conto che l’unica cosa che conta davvero è catturare il serial killer e porre fine alle sue atrocità.

Finito il film mi sono subito messo a cercare la storia originale ed è incredibile che il film finisca in un modo e poi negli anni successivi la storia reale prosegue con un altro epilogo. Non vado oltre per evitare spoiler…

Conclusione

Memorie di un Assassino è un ottimo film che combina suspense, dramma e riflessioni profonde sulla natura umana e sulla ricerca della verità. Consigliatissimo.

TITOLO ORIGINALE: SAR-IN-UI CHU-EOK; REGIA: BONG JOON-HO; CAST: SONG KANG-HO, KIM SANG-KYUNG, KIM ROE-HA, SONG JAE-HO, BYEON HEE-BONG; DURATA: 132minuti; ANNO: 2003; GENERE: DRAMMATICO.

VOTO: 8. Il webmaster manuenghel © 2024

Sei un povero disgraziato anche tu.

La frase…