Home / Film / Blood: The last vampire
blood-the-last-vampire-1

Blood: The last vampire

Alla fine, dopo averlo registrato dalla televisione, mi sono messo cheto cheto a vedere questo film, la trasposizione in live action di “Blood: The last Vampire”, che troverete QUI la versione animata recensita dal sotto scritto. Che dire di questo lungometraggio? Il sapore che mi è rimasto è diviso tra delusione e sorpresa. Il tentativo di portare al cinema questo anime/manga è un compito assai arduo ed il regista ha cercato in tutti i modi di rendere il film migliore, ma purtroppo non è riuscito nel suo intento. Mentre lo guardavo, all’incirca a metà film, mi è venuto in mente che sembrava di vedere una puntata di “Buffy”, infatti i demoni assomigliano molto ai mostri e vampiri del famoso telefilm americano. Inoltre nelle scene di combattimento mi sembrava di vedere anche il film cinese “La Tigre ed il Dragone” per quanto riguarda gli effetti speciali nei salti, poco credibili, meglio i manga o gli anime. Poi per far vedere la vera forma dei demoni la computer grafica è al limite della sufficienza, le immagini non riescono ad essere tutt’uno con lo scenario e quindi risultano fuori contesto. Come notate stavolta sono stato decisamente critico nei confronti del film, mi dispiace, non è nel mio stile, ma il film non mi è piaciuto, forse perché l’anime è stato un piccolo capolavoro che vedere la storia con attori in carne ed ossa non mi ha convinto proprio. La storia è stata leggermente modificata, non si parla mai di vampiri o altro, i mostri vengono additati a demoni sanguisughe che si tramutano in esseri umani per non essere scoperti. Il cattivo è Onigen, ex discepolo del padre della protagonista, Saya, che dopo l’uccisione del maestro diventa il capo assoluto dei demoni e vuole una sola cosa, uccidere Saya e dominare il mondo. Come terreno di scontro Onigen sceglie la base militare americana di Tokyo e Saya è lì, sotto mentite spoglie, pronta ad ucciderlo. Saya però non è un essere umano qualunque, lei è un ibrido tra un demone ed un essere umano, l’unico al mondo e il suo scopo è solo vendicare la morte del padre, forse placando così la sua sete di vendetta e sangue.

La trama come notate intriga abbastanza, quindi il soggetto del film è ottimo e come ho scritto prima si discosta leggermente dalla trama originale, mantenendo però lo spirito dell’anime ed in questo il regista è stato bravo. Le ambientazioni nella Tokyo anni 70′ sono ben realizzare, anche grazie alla computer grafica durante le riprese dall’alto della città. Inoltre i colori non sono mai nitidi, sembra che sia stato messo un filtro stile seppia, ma leggero, risaltando così una specie di anzianità della storia. Quindi il film non mi è dispiaciuto totalmente, ma mi è stato impossibile non paragonarlo all’anime e qui il lungometraggio è stato sconfitto sotto molti punti di vista. Se lo consiglio? Certo! E’ da vedere, comprendere e poi commentare su Projectmanu insieme a me. 😉

Titolo originale: Blood: The last vampire; Regia: Chris Nahon; Cast: Gianna Jun, Koyuki, Liam Cunnigham, Colin Salmon, Masiela Lusha; Anno: 2009; Durata: 90minuti circa;  Musiche: Clint Mansell.

blood-the-last-vampire-2 blood-the-last-vampire-3

blood-the-last-vampire-4 blood-the-last-vampire-5

Guarda anche

Viaggio a Tokyo

“Viaggio a Tokyo” è il più bel film che io abbia mai visto, solo “Così …