Violent Cop

Film

Violent Cop

SONO OTOKO, KYOBO NI TSUKI

Era da un bel po’ di tempo che avevo voglia di vedere un film di Kitano e così mi sono messo a sfogliare la cineteca di VVVID che contiene alcuni film del maestro giapponese. Tra questi ho scelto Violent Cop, che con mia sorpresa ho scoperto essere il primo film di Kitano come regista. La storia parla di Azuma, un poliziotto poco socievole e con un metodo tutto suo per combattere il crimine. I suoi metodi infatti sono violenti, usa sempre metodi coercitivi per ottenere le informazioni e per combattere i trafficanti di droga e questo suo comportamento si rispecchia anche nella vita privata con la sorella malata di mente. Durante delle indagini su un traffico di droga scopre alcune implicazioni della polizia con la malavita e il suo unico amico viene trovato “suicida”. Con la sua terrificante calma, Azuma inizierà la sua personale battaglia per distruggere gli uomini dietro a tutto questo.

Violent Cop è un film datato 1989 che secondo me, visto adesso, potrebbe lasciare un po’ di amaro in bocca, sopratutto per chi come me ha già visto altre opere di Kitano. In realtà però, confrontandomi con altre recensioni di questo film, ho scoperto che Violent Cop è alla fine un pioniere del suo genere, che ha spianato la strada secondo me alle violenze dei film tarantiniani. In Violent Cop c’è cinismo, violenza e brutalità gratuita che alla fine ti rapisce e tiene lo spettatore incollato allo schermo fino alla fine. Inoltre la storia ha dei risvolti inaspettati, per niente scontanti o prevedibili, come Kitano ha sempre regalato. Riflettendoci ancora, penso che Violent Cop è un ottimo esordio alla regia, una base per il futuro di Kitano che si toglie le vesti di comico, per diventare un regista acclamato in tutto il mondo.

TITOLO ORIGINALE: SONO OTOKO, KYOBO NI TSUKI; REGIA: TAKESHI KITANO; CAST: TAKESHI KITANO, KISHIBE ITTOKU, SEI JIRAIZUMI, HAKURYU; DURATA: 103minuti; ANNO: 1989; GENERE: AZIONE, POLIZIESCO.

Valutazione

TRAMA: 7 (intrigante al punto giusto)

PERSONAGGI: 6,5 (a volte caratterizzati superficialmente)

RECITAZIONE: 6,5 (poco espressivi)

DURATA: 7 (il giusto per gustarsi il film)

REGIA: 7 (prima regia per il maestro Kitano, buon esordio)

MUSICHE: 7 (sembrano fuori luogo, ma buone nel contesto del film)

Il webmaster manuenghel © 2020

Ogni immagine e video presenti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. Contattatemi tramite social per una eventuale segnalazione in merito. Each image and video on the site are the property of their respective authors. Contact me via social for a possible report on this.