Tokyo Family

Film

tokyo-family-1

TOKYO FAMILY – TOKYO KAZOKU

Un grande omaggio contemporaneo al maestro Ozu-san, questo è secondo me Tokyo Family, il film diretto da Yoji Yamada. Sinceramente ci tengo a scrivere la parola “omaggio” e non remake, perché a mio avviso, dopo averlo guardato tutto di un fiato, Tokyo Family non ha la presunzione di “sostituire” il capolavoro “Viaggio a Tokyo”, ma bensì ha cercato di riproporre quelle emozioni e tematiche che ancora oggi sono molto attuali. Essendo un omaggio, la trama è quasi uguale e narra di una coppia di anziani coniugi che fanno visita ai loro tre figli a Tokyo. L’unica diversità sta un po’ nella caratterizzazione dei personaggi e dal fatto che il terzogenito della coppia sia vivo anziché disperso in guerra. Quindi la caratterizzazione dei personaggi è in parte diversa perché, per esempio, il primogenito è più bonario e molto meno severo, il terzo figlio, insieme alla sua fidanzata, completano un personaggio del film di Ozu-san, mentre invece la secondagenita è uguale e identica al personaggio originale. Tokyo Family così regala uno spaccato che ancora oggi è molto attuale e cioè cerca di mettere a nudo la nostra mancanza di attenzione verso quello che ci circonda, con uno sguardo un po’ malinconico al futuro, mischiato ad un pizzico di speranza.

Ora però viene il difficile perché quando viene proposto un film basato su un grande capolavoro, perché Viaggio a Tokyo di Ozu-san lo è, viene subito da fare un paragone e questo penalizza molto una considerazione finale. Proprio per questo, in rispetto al regista Yoji Yamada, ho voluto guardare Tokyo Family con un occhio meno comparativo, volendo essere il più obbiettivo possibile, ma allo stesso tempo cercando anche analogie con il film originale. Il risultato finale? Vi rispondo che Tokyo Family è un bellissimo film, dolce, intenso e divertente, che traccia inesorabilmente uno spaccato di attualità. Gli attori hanno interpretato perfettamente i loro ruoli, mi hanno dato una sensazione particolare, mi hanno messo a mio agio, sembrava che stessi lì insieme a loro per la spontaneità che hanno avuto. Tokyo Family, quindi mi è piaciuto, Yoji Yamada-san ha saputo cogliere la delicatezza del tema, cercando di essere gentile, ma allo stesso tempo un po’ spietato. Secondo me Ozu-san sarebbe fiero di questo film.

TITOLO: TOKYO KAZOKU; REGIA: YOJI YAMADA; CAST: YU AOI, SATOSHI TSUMABUKI, KAZUKO YOSHIYUKI, YUI NATSUKAWA; DURATA: 146 MINUTI; ANNO: 2013; GENERE: DRAMMATICO.