The Outsider

Film

the-outsider-locandina

THE OUTSIDER

Qualche giorno fa ho trovato su Netflix il trailer di questo interessante film dedicato al mondo della Yakuza con il cantante Jared Leto come protagonista. Curioso come non mai, alla fine ho deciso di guardarlo e sono rimasto felicemente sorpreso da questo ottimo film. La storia racconta di Nick, un americano richiuso in un carcere giapponese negli anni 50′. Un giorno Nick trova un uomo di nome Kiyoshi appesa per il collo, quasi come se tentasse il suicidio e lo salva all’ultimo momento. Il giovane americano scopre così che Kiyoshi fa parte di una famiglia di Yakuza e che se lo aiuta ad evadere, lui provvederà a farlo uscire di prigione. Con un rischioso stratagemma Nick riesce a far uscire Kiyoshi dal carcere e così anche lui, dopo qualche tempo esce di prigione. Nick si unisce alla famiglia Shimatsu, diventando così uno Yakuza. Nick stesso, senza pietà e con coraggio, diventa un uomo pericoloso e fedele alla sua famiglia, ma allo stesso tempo inizia una guerra tra bande rivali che porterà ad un bivio il giovane americano.

Leggendo la mia trama si può capire come il film sembra il classico “spara e muori” di turno, ma incredibilmente a mio avviso, il film si apre a orizzonti ben più lontani. Senza soffermarsi troppo alla storia dei personaggi, primo fra tutti Nick, interpretato da un glaciale Jared Leto, la trama si districa in un mondo dove onore e rispetto nella Yakuza è importante tanto da perdere a vita, o se si è fortunati, da perdere qualche dita. The Outsider è uno spaccato del Giappone malavitoso degli anni 50′, dove sembra che la guerra non sia mai esistita e che la Yakuza sia stata invece sempre presente con i suoi loschi traffici. Il personaggio principale Nick è un ragazzo americano che per qualche motivo è stato rinchiuso in un carcere giapponese e per una coincidenza diventa un figlio della famiglia Shimatsu. Lui è decisamente un cattivo in grande stile, senza pietà, ma con l’orgoglio giapponese, pieno di onore e rispetto e senza pietà di fronte agli ostacoli. The Outsider è stato un film che mi è piaciuto tantissimo, il primo che senza dare troppo risalto alla caratterizzazione dei personaggi, riesce a coinvolgere solo con l’azione e la storia poco intricata. Un film semplice e avvincente, come pochi posso dire di esserlo. Una chicca da guardare e rimanere affascinati.

TITOLO: THE OUTSIDER; REGIA: MARTIN ZANDVLIET; CAST: JARED LETO, TADANOBU ASANO, KIPPEI SHIINA, SHIOLI KUTSUNA, NAO OMORI, MIN TANAKA; DURATA: 120minuti; ANNO: 2018; GENERE: AZIONE.

Valutazione

TRAMA: 7,5 (buona senza troppe pretese)

PERSONAGGI: 8 (senza troppe caratterizzazioni, ma avvincenti)

RECITAZIONE: 8 (quasi perfetta)

DURATA: 8 (ottima, senza troppi “giri di parole”)

REGIA: 7 (niente da eccepire)

MUSICHE: 6 (niente di eccezionale)

Il webmaster manuenghel © 2019

Ogni immagine e video presenti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori. Contattatemi tramite social per un eventuale segnalazione in merito. Each image and video on the site are the property of their respective authors. Contact me via social for a possible report on this.