Si alza il vento

Si alza il vento

KAZE TACHINU

Poetico film del grande maestro Miyazaki-san, che ancora una volta stupisce con il suo capolavoro che dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, concludere la sua carriera attiva nel mondo dei film d’animazione.

Trama

“La storia ripropone la passione di Miyazaki per gli aerei ed è ambienta nei primi anni del 900′ fino alla seconda guerra mondiale. Il piccolo Jiro è un bambino appassionato di aerei, purtroppo però avendo problemi di vista è consapevole che non riuscirà mai a diventare un pilota, ma la sua passione va oltre a questo e leggendo sull’ingegner Caproni decide di diventare un progettista. Gli anni passano e Jiro diventa un affermato ingegnere aeronautico ricoprendo il grado di capo ingnegnere nella ditta per cui lavora. Nel frattempo, durante un periodo di riposo, incontra una ragazza che aveva conosciuto molto tempo addietro e si innamora perdutamente di lei, ma purtroppo i tempi stanno cambiando e i militari hanno bisogno di un aereo che sbaragli i nemici, che Jiro stenta a credere esistano, e così iniziano i lavori del famoso aereo “Zero”. Tra un amore intenso e il sogno di realizzare una grande passione, Jiro entrerà nella storia della aviazione mondiale.

Impressioni

Si alza il vento è un film che ha fatto discutere essendo ispirato ad una storia vera. C’è stata una forte diattriba sul fatto che molte persone hanno dichiarato che il film è a favore della guerra, o che non rispetta i morti causati dal letale “Zero” progettato da Jiro. Secondo me bisogna vedere il film in maniera obiettiva, ascoltando parola per parola i dialoghi presenti, perché solo in questo modo si scoprirebbe come il Maestro ha volutamente evitato di “entrare” nel concetto esplicito della guerra, non usando simboli nazionalistici per esempio, non realizzando scene di guerra e così via. Ha trattato la storia di un uomo irreprensibile, serio, risoluto e la sua passione per l’aeronautica. Miyazaki di fatto non tocca il tema bellico proprio perché sa che la guerra ancora lascia i segni, ricordiamo infatti di come gli Zero siano stati usati in guerra come aerei kamikaze. Ogni guerra segna le persone con cicatrici invisibili, sia a chi l’ha vissuta, ma anche a chi si rende conto di cosa comporta un evento bellico e la sua totale distruzione.

Si alza il vento rimane ai margini di questo terribile tema, ti fa entrare in un mondo fatto di sogni che sembrano irrealizzabili regalando forti sentimenti allo spettatore che lo guarda. Abbiamo di fronte a qualcosa di completamente diverso dal solito film Ghibli, forse proprio perché è basato su una storia vera.

Conclusione

Si Alza il Vento è un film intenso, diverso dal “solito”, con una storia d’amore adulta e la passione di un uomo in quello che fa. Consigliatissimo.

TITOLO ORIGINALE: KAZE TACHINU; REGIA: HAYAO MYAZAKI; DURATA: 121MINUTI; ANNO: 2014; GENERE: DRAMMATICO.

VOTO: 8. Il webmaster manuenghel © 2014-2023

Revisione della recensione: 17-12-2023.

Si alza il vento… bisogna tentare di vivere.

La frase…