Home / Anime / Neon Genesis Evangelion 3 You can (not) redo
Neon Genesis Evangelion 3 You can (not) redo

Neon Genesis Evangelion 3 You can (not) redo

eva-film3-01

E’ arrivato finalmente l’evento dell’anno per gli amanti degli anime come me, il fatidico 25 settembre si è presentato in molte sale italiane, per un giorno solo,con la priezione del terzo film della nuova tetralogia di Neon Genesis Evangelion, il 3.0 You can (not) redo. Devo ammettere che l’attesa era davvero grande, poter vedere il mio secondo anime preferito di tutti i tempi al cinema è stata una cosa veramente speciale ed emozionante. Con mia grande sorpresa la sala del mio cinema era piena, per fortuna che avevo prenotato i biglietti. Come prima impressione, dopo aver visto il film, è stata di una leggera confusione e meraviglia. Il terzo capitolo è il nuovo Evangelion, non esistono riferimenti alla serie, come invece era successo per i primi due; la trama in pratica è proseguita dopo il risveglio dell’unità 01 e l’assorbimento di Shinji in esso. La storia continua dopo quattordici anni, dove l’Eva 01, imprigionato in orbita della terra, viene liberato dalle unita 02 e 08. Asuka è più in forma che mai, nonostante abbia perso un occhio e riporta l’Eva con Shinji sul Wunder, una super nave da battaglia della Wille, un’organizzazione creata per distruggere la Nerv. A capo della Wille c’è Misato, invecchiata di quattordici anni e fredda come non lo si era mai stata prima. Shinji viene recuperato dallo 01 e trattato quasi come un mostro e Misato è dura con lui. Il ragazzo dal canto suo non capisce dove si trova, cosa è successo dopo il risveglio della sua unità, trova tutti più vecchi ed un collare esplosivo è intorno al suo collo. Scopre che ora l’Eva 01 recuperato serve da energia alla nave e che lui non serve più a niente. Improvvisamente il Wunder viene attaccato dall’00 e trae in salvo Shinji che viene riportato alla Nerv. Lì trova il padre, freddo e implacabile come sempre, insieme a Fuyusuki, Ayanami 3 e Kaworu Nagisa. Quest’ultimo instaura un bel rapporto di amicizia con Shinji e gli fa scoprire la tremenda verità. L’umanità si è quasi estinta, durante il risveglio dello 01 si è innescato il Third Impact con tutte le conseguenze del caso. Lo scopo della Seele e della Nerv hanno avuto un epilogo sfruttando Shinji e gli stessi angeli. Ora Gendo e la Nerv vogliono completare l’atto per il perfezionamento dell’uomo e Shinji deve pilotare l’Eva13 insieme a Kaworu per liberare l’umanità dalla distruzione. Purtroppo però Kaworu è il 13 angelo, sfruttato a sua insaputa dal padre di Shinji ed,  in quel che rimane del Central dogma, c’è il cadavere di Lilith trafitto da due lance di Longinus. Si sta per innescare il Forth Impact?

Come avrete notato la trama è spettacolare e ricca, la serie originale ormai è nascosta in un cassetto per fare spazio a questo nuovo Neon Genesis Evangelion. La storia si dipana quattordici anni dopo, Misato e tutti gli altri componenti della Nerv (che poi adesso fanno parte della Wille) sono invecchiati tranne Asuka e il pilota misterioso dello 08, che per una strana maledizione degli Eva sono rimasti fermi fisicamente a prima del Third Impact. Shinji invece si “risveglia” con la memoria ferma agli eventi del secondo film, quindi insieme a lui scopriamo lentamente quello che ha innescato, e cioè il Third Impact, con la distruzione di tutto e l’uccisione di quasi tutta l’umanità. La terra ormai è una landa desolata rossa con i resti di una civiltà persa, quella degli esseri umani. I combattimenti dello 02, del Wunder e dell’Eva13 sono incredibili, la loro realizzazione grafica è eccezionale, le sequenze incalzanti grazie anche alle musiche, alcune sono riconducibili a quelle usate nella serie altre invece sono nuove e ben realizzate. Purtroppo però devo scrivere anche qualche nota negativa, per esempio subito all’inizio i personaggi usano parole, come Dss ecc., che nessuno conosce, quindi è difficile capire a cosa si riferiscono. C’è in tutto il film un aria di leggera confusione, non troppa, ma che ti stordisce un poco. In più il regista Hideaki Anno ha calcato molto la mano sull’ambiguità emozionale che c’è tra Kaworu e Shinji; mentre nella serie era velata qui è un po’ più marcata ed in sala tutti ridevano e prendevano in giro questa scena. In realtà il rapporto che c’è tra i due ragazzi è di amore puro visto che Kaworu è un angelo e i suoi sentimenti sono di amore incodizionato verso tutto e tutti, lui prova molta dolcezza nei confronti di Shinji e si sacrifica in nome dell’amore tra i due. Shinji dal canto suo rimane spiazzato nel sentirsi amato da qualcuno in questo modo e quindi è normale che tra loro ci sia una sintonia unica e bellissima. Nel film invece hanno quasi voluto rendere il tutto un po’ tendente all’omosessualità, niente di male, ma non è quello il sentimento dei due ragazzi, è qualcosa di così etereo che è difficile collocarlo in qualcosa. In più mi mancano le profonde chiacchierate tra i due ragazzi che sono presenti nella serie e che nel film sono leggermente sterili e di poco effetto.

Comunque sia il film è bello, tenace e rivoluzionario come solo Evangelion sa fare e lo consiglio a tutti gli amanti del genere o meglio della serie originale. Ora non vedo l’ora di vedere il quarto film, la conclusione di tutto, come nel precedente vecchio lungometraggio “The End of Evangelion”, dove tutto sicuramente verrà stravolto e distrutto. Sono stato proprio contento che finalmente un anteprima del genere sia uscita nelle sale, qualcosa si muove all’orizzonte?

TITOLO ORIGINALE: EVANGERION SHIN GEKIJOBAN: KIU; REGIA: HIDEAKI ANNO; CAST: N.D.; DURATA: 95 MINUTI; ANNO: 2012; GENERE: ANIMAZIONE.

eva-film3-02 eva-film3-05

eva-film3-03 eva-film3-04

 

Guarda anche

si-sente-il-mare

Si sente il mare

Lo Studio Ghibli è una officina di talenti che grazie a Miyazaki-san e Takahata-san mettono …