Il sapore del riso al tè verde

Il sapore del riso al tè verde

OCHAZUKE NO AJI

Ultimo film della rassegna su Raiplay dedicata a Yasujiro Ozu intitolato Il sapore del riso al tè verde, un film semplice e dinamico allo stesso tempo.

Trama

La storia racconta della crisi coniugale tra Taeko e Mokichi. Mokichi è un uomo semplice, mentre Taeko è un po’ egoista e viziata, cresciuta avendo sempre tutto quello che voleva. Taeko, mentendo al marito, esce con le amiche e sua nipote Setsuko per fare due giorni alle terme. Qui Taeko prende in giro il marito, definendolo tonto, e dandogli tutte le colpe della monotonia della loro vita di coppia. Un giorno Setsuko diserta l’incontro con un pretendente al matrimonio e fugge dallo zio, che nonostante le rimproveri l’accaduto, la porta con sé, perché si rende conto che i matrimoni combinati possono essere difficili. La notizia dal lavoro e l’improvvisa consapevolezza di Taeko e Mokichi mettono alla prova la loro relazione, costringendoli a confrontarsi con le loro emozioni e a prendere decisioni cruciali per il loro futuro.

Impressioni

Il sapore del riso al tè verde offre uno sguardo intenso e profondo sulle sfide e le tensioni presenti all’interno di un matrimonio, incarnate dai personaggi di Mokichi e Taeko. Le loro personalità contrastanti e le loro divergenti prospettive sulla vita e sulle relazioni creano una dinamica complessa e avvincente che permea tutto il film. Mokichi, con la sua natura semplice e il suo cuore buono, rappresenta una figura di tranquillità e stabilità, in contrasto con l’egoismo e il desiderio di avventura di Taeko. La loro crisi coniugale riflette la mancanza di comunicazione e comprensione reciproca, mettendo in luce le sfide e le difficoltà che molte coppie devono affrontare nel loro percorso insieme. L’introduzione del personaggio di Setsuko, la nipote ribelle di Taeko, aggiunge un nuovo livello di complessità alla trama, fungendo da catalizzatore per il cambiamento nella dinamica familiare. La sua ribellione contro le aspettative sociali e culturali mette in discussione le tradizioni familiari e i valori convenzionali, portando alla luce tensioni latenti e conflitti irrisolti. Le interpretazioni dei protagonisti, Shin Saburi e Michiyo Kogure, sono state superlative nel catturare le sfumature emotive dei loro personaggi e nel trasmettere le loro sofferenze e le loro speranze attraverso il linguaggio del corpo e l’espressione facciale. La loro recitazione contribuisce in modo significativo a rendere il film autentico e coinvolgente per lo spettatore.

Conclusione

Il sapore del riso al tè verde offre una riflessione profonda e sensibile sui temi dell’amore, della fiducia e della comprensione all’interno del matrimonio, esplorando le sfide e le opportunità che emergono dai conflitti e dalle crisi coniugali. Consigliatissimo.

TITOLO ORIGINALE: OCHAZUKE NO AJI; REGIA: YASUJIRO OZU; CAST: SABURI SHIN, KOGURE MICHIYO, TSURUTA KOJI, CHISU RYU, AWASHIMA CHIKAGE, TSUSHIMA KEIKO; DURATA: 115minuti; ANNO: 1952; GENERE: DRAMMATICO.

VOTO: 8. Il webmaster manuenghel © 2024

E’ facile dimenticare se stessi in mezzo agli altri giocatori.

La frase…