Home / Notizie / Un namahage in giro per le strade

Un namahage in giro per le strade

namahage

Il titolo è alquanto strano, lo ammetto, ma rende l’idea di quello che succede in Giappone, sopratutto nelle terre più a nord del paese. Alcuni centri abitati hanno una ricorrenza speciale. Il giorno prima del nuovo anno degli strani individui, vestiti di paglia e con maschere spaventose, girano casa per casa, vengono accolti dalle famiglie e offerto loro una bevanda calda o dolci. Una strana specie di babbo natale?

In questi giorni, una serie di riti vengono eseguiti, come i rituali di “Yamanushi”, asceti che hanno “poteri magici”.

Un’altra tradizione delle lande del nord è il Dainichido Bugaku, una performance di musica e danza presso il santuario Ohirumemuchijinja, popolarmente conosciuta come Dainichido, a Kazuno, prefettura di Akita. Le danze eseguite per gli dei shintoisti il ​​2 gennaio hanno origine nel periodo Nara (710-784).

A febbraio invece la città di Oga, prefettura di Akita, ospita il Festival Namahage Sedo, una tradizione che ha avuto inizio nel 1950. Per lestra si vedono danze Namahage ed è l’occasione per i visitatori di sperimentare l’ospitalità del nord nipponico. L’evento inizia con l’accensione di un fuoco rituale che commemora una febbre endemica di ben 1.400 anni fa, causata dagli acari tsutsugamushi. (sembra in puro stile manga) Il rituale Namahage a Oga è probabilmente uno tra i più famosi nel nord del Giappone.

Fonte: The Asahi shimbun

Guarda anche

non-prendete-quello-non-vostro

Non prendete quello che non è vostro

Non toccate quella bicicletta Il titolo è decisamente emblematico, lo so, ma ho trovato curioso …